Varese di lunedì

I favoriti di Jacopo D’Elia del 25 ottobre

1ª corsa – Premio Torre Velasca – Le prime tre prove del convegno riservate ai puledri. Si parte con una maiden sul doppio chilometro allungato. Di quelli che hanno già corso Zirol e Not By Chance hanno già mostrato dei progressi e buoni mezzi. A questi due anteponiamo però l’inedito Zain Master, un Mastercraftsman presentato da Alduino Botti, sicuramente attrezzato per la distanza. Love The King, un homebred della Montalbano, è un altro che debutta così come Kajaran. Può migliorare con l’allungamento della distanza Sopran Mistery.

5 Zain Master *** 3 Not By Chance ** 6 Zirol ** 1 Kajaran * 2 Love The King *

2ª corsa – Premio Duomo di Milano – Sempre i giovani al via impegnati in una nursery sul chilometro e mezzo. Lamialady è dichiarata anche a Pisa e potrebbe optare per quell’ingaggio. Ci affidiamo alla compagna di training Lizzy The Best, vincitrice sull’all weather romano, che se la dovrà vedere in particolare con Rugiada Preziosa, seconda in una prova similare sul tracciato. Croccante non aveva corso male sulla pista, meno bene nell’ultima occasione al Visarno ma può riscattarsi. Brando’s Power e Sorbona sono due pesini assai velenosi e bene in corsa.

2 Lizzy The Best *** 3 Rugiada Preziosa ** 5 Brandos’ Power ** 6 Sorbona * 4 Croccante *

3ª corsa – Premio Arengario – L’altra maiden per i 2 anni si disputa sul chilometro a mezzo. Lady Harmony ha debuttato a Roma (accompagnata da buoni voci) in maniera non disprezzabile. Il contesto sembrerebbe alla portata, anche se Amola ha fatto molto bene sul tracciato e può rivelarsi una rivale ostica al pari di Frozen Day, un debuttante da The Gurkha con le carte in regola per vincere all’esordio. Un filo sotto gli altri con Plouvien e Sopran Pulcinella, che potrebbero palesare un bel passo in avanti dopo l’esordio.

5 Lady Harmony *** 2 Amola ** 3 Frozen Day ** 6 Plouvien * 8 Sopran Pulcinella *

4ª corsa – Premio Maiori – Si passa in sabbia in una reclamare ben frequentata. Il declassato Checkmark ha vinto molto bene a Pisa, dovrà però dimostrare di gradire il dirt, che prova per la prima volta in carriera. Giulio Cesare ci ha vinto un paio di mesi fa dimostrando di essere un buon provetto. Lo specialista rimane sempre Sos Help, che non è andato male neanche in erba e torna nel suo habitat naturale. Sopran Manny e Archibar sono gli altri due nomi buoni per completare il pronostico.

8 Sos Help *** 2 Checkmark ** 4 Giulio Cesare ** 1 Archibar * 7 Sopran Manny *

5ª corsa – Premio Cavalchina – Il clou del pomeriggio è rappresentato dal tradizionale Cavalchina che si disputa nell’occasione sull’anello prealpino. Desire To Fire ha dato un bel segnale all’ultima terminando secondo alle spalle di Heartofthesea, un soggetto dai buoni progressi. Su quella linea King Winker e Maltasar, terminati terzo e quarto, sono molto vicini nella valutazione e potrebbero stravolgere quel risultato. La nostra scelta ricade su Bull Dozer, un sauro di tre anni dalle buone speranze giovanili che ha provato in Listed a Merano senza esito ma potrebbe adattarsi bene a questo tracciato, pista che invece non sembrerebbe aver gradito Signeur De Fer.

2 Bull Dozer *** 1 Desire To Fire ** 3 Hearthofthesea ** 5 Maltasar * 6 King Winker *

6ª corsa – Premio Posillipo – Interessante anche l’handicap di chiusura per velocisti sul dirt. Nonostante i chili teniamo come base Gregarious Girl, una vera specialista del tracciato, sfortunata nell’ultima occasione con gara compromessa da un cross nelle fasi iniziali. You Better Run sul dirt si trasforma e rimane una valida alternativa come Soffio al Cuore e Royal Victory, vincitrice facile sull’erba mentre in sabbia ha provato in un paio d’occasioni a Siracusa senza figurare. Attenzione all’incursione dei due compagni di scuderia Bentleysoysterboy e Intense Life, che si spostano con giustificate ambizioni.

1 Gregarious Girl *** 3 You Better Run ** 7 Soffio al Cuore ** 4 Royal Victory * 2 Bentleysoysterboy * 5 Intense Life *

Jacopo D’Elia in collaborazione con Trotto&Turf