Tutto Città di Varese

Gli allenatori dei protagonisti

Varese chiude col botto. Per l’ultima serata di stagione sono state confezionate sei bellissime corse di buon valore qualitativo, la gentlemen abbinata alla seconda Tris e il Gran Premio Città di Varese alla TQQ nazionale.

Le previsioni meteorologiche parlano di tanta acqua nel weekend dunque testiamo il gradimento al terreno pesante dei soggetti partecipanti al GP. Iniziamo da Alduino Botti, allenatore del vincitore uscente Blu Navy Seal, riproposto con ruolo di top weight quest’anno: <Ho accettato di correre con 62 chili e mezzo perché mi sarebbe dispiaciuto non partecipare al Città di Varese, ci tengo parecchio. Le previsioni parlano di “fine del mondo”, non vorrei si ripetesse la situazione di Merano e i miei cavalli arrivano da Pisa… Se l’allerta meteo dovesse rientrare e trovarci comunque ad affrontare il terreno pesante Blu Navy Seal non avrebbe problemi, è in forma, ha fatto la pista molto bene l’anno scorso, ha solo qualche chilo di troppo. Si sbriga a partire ma sui 2250 metri, con quel peso e sul pesante, non si possono sbagliare i parziali. La corsa non sarà una barzelletta, gli avversari ci sono e anche agguerriti. In primis Caterpillar, ha solo 52 chili e mezzo ed è stato preparato a puntino per questa corsa, poi Desire to Fire, un cavallo che allenavo io e si esalta sui terreno morbidi, Kaiser Soze con 50 e mezzo ha perso in foto all’ultima proprio da Desire to Fire, e Deplusenplus, che da buon figlio di Manduro dovrebbe adattarsi>.

Anche Diego Dettori ha esperienza di Città di Varese, ne ha vinti due con il pesantista Zundapp e ci prova con Desire to Fire: <E’ una corsa difficile, ci stanno veramente tutti. Il risultato dipende da quanto pioverà, il mio ad esempio migliora parecchio col pesante. Mi sembra che fisicamente sia migliorato rispetto all’ultima vittoria e dovrebbe trovare schema mosso, come piace a lui. Il mio favorito è Blu Navy Seal, l’unico cavallo da condizionata mentre gli altri sono da handicap; Deplusenplus mi pare ben trattato al peso, ci sta Desire to Fire e si porta dietro dall’ultima prestazione Kaiser Soze, pericoloso con 50 e mezzo, occhio a Caterpillar perché affidato alla prima monta di scuderia>.

Marco Gasparini ha tre colpi in canna da sparare: <A Deplusenplus piace il tracciato ma il pesante potrebbe dargli fastidio. Caterpillar ha provato la pista, si è trovato un po’ in difficoltà con le tre curve e lo svolgimento tattico ma questa volta dovrebbe esserci più andatura e il terreno morbido per lui sarebbe solo un vantaggio. Jamin Master è molto cresciuto, non mi è dispiaciuto a Varese all’ultima ma con lui non ho ancora provato il pesante, i suoi vecchi proprietari dicono che non ci si trova. Blu Navy Seal il mio favorito, è carico al peso ma ha già vinto il Città di Varese e quest’anno la Corsa dell’Arno, gli altri si sono incontrati un po’ tutti e sono richiamati dalla linea comune di Deplusenplues. Attenzione a Pinky Guy, ha vinto il Città di Corridonia e sarebbe da tenere in considerazione in caso di pioggia>.

Bruno Grizzetti ci prova con Siang e Amici Miei: <Tengo particolarmente ad esserci al Città di Varese e presento due cavalli preparati appositamente. Sono in buona forma, infatti entrambi hanno appena vinto, e partecipano a questo GP con qualche ambizione. Siang si adatta al pesante mentre per Amici Miei sarebbe indifferente; agiscono entrambi di rimessa. Penso che quest’anno sia uscito un handicap allungato fatto bene dunque occhio a Gasparini, è bravissimo a preparare questo tipo di corse. In linea di massima mi piace la parte alta dello schieramento ma in caso di pesante rientrerebbero in corsa i pesini con oltre dieci chili di vantaggio>.

A proposito di pesantisti col pesino sentiamo Marco Gonnelli per Universo Sprite: <Siamo sopra categoria ma in caso di pioggia il mio rientrerebbe in gioco essendo scarico al peso. Quanto alla monta mi son dato alle donne: Sara Spampatti è spesso al palo! Blu Navy Seal il mio favorito su Caterpillar e Deplusenplus. Universo Sprite e Siang le sorprese>.

Roberto Biondi agguerrito con Maeva di Breme e Kaiser Soze: <Non è una corsa facile, ci stanno davvero tutti. I miei hanno lavorato bene, l’obiettivo era questo e fortunatamente hanno buoni numeri di steccato perché sono brillanti in partenza. Il terreno pesante piacerebbe a Maeva mentre Kaiser non ci ha mai corso: dipende sempre da quanto pioverà. Al gioco dei chili quelli da battere sono sempre quelli di Gasparini>.

Chiudiamo la carrellata con l’ospite Giulia Foglia: <Pinky Guy quest’anno ha volato e dimostrato di preferire la sabbia ma questa era l’unica corsa ancora a sua disposizione dopo di che si godrà le meritate vacanze sciolto al prato per due mesi. Nella sua carriera si è adattato a tutte le piste, ha vinto sul buono di Firenze e sul pesante di Pisa, insomma fa tutti i terreni e non ha problemi di schema tattico: parte svelto ma può correre sia in testa che di rimessa. Non ci voleva il 10 di steccato, alziamo il tiro a livello di categoria con tanti chili ma sta bene e sarebbe comunque per lui l’ultima corsa della stagione. Blu Navy Seal ha vinto la Corsa dell’Arno, è il migliore e anche il mio favorito sul trio di Gasparini. Sorprese Siang, Kaiser Soze e naturalmente Pinky Guy>.

Liliana Pennati in collaborazione con Trotto&Turf

Blu Navy Seal è il vincitore dell’edizione 2019 del GP Città di Varese