Sabbia, sabbia e ancora sabbia

Non solo TQQ a Le Bettole.

Penultima giornata di corse della stagione estiva a Le Bettole e, come di consuetudine, l’intera riunione si disputerà sul tracciato in sabbia in vista dell’appuntamento clou fissato per sabato 29 con il Gran Premio Città di Varese.

La prova d’apertura, il Premio dedicato ad Antonio Aiello, vede in pista i cavalli di 3 anni che non abbiamo mai vinto in carriera, una volata sui mille metri. Concediamo la prova d’appello a Prince Caspian, che all’ultima ha deluso da grande favorito. Oggi però, da 1 e 1/2 in su, lo giochiamo con fiducia visto che se la dovrà vedere contro Crocus di Vallarsa, che palesa spesso problemi ad affrontare la curva. Un gradino sotto Miss Pinky Pie.

Ecco i gentleman riders e le amazzoni in azione nel Premio Roberto Rossini, handicap di minima ad invito sulla distanza dei 1500 metri, valevole come Tris-Quarté-Quinté. Siamo per il top weight Keep Right: da 3/1 in su lo appoggiamo con fiducia e lo utilizziamo come base per i sistemi. Rapture in sabbia ha già vinto e merita il ruolo di principale antagonista, poi a seguire Inaspect, Baby Building e Space Oddity. Le sorprese Nicotheprince e Joenna.

Si passa alla prova riservata ai 3 anni sul doppio chilometro accorciato, il Premio intitolato a Mireno Innocenti. Trafalgar non è dispiaciuta contro gli anziani e torna ad affrontare un contesto possibile anche se il peso si farà sentire. A 2/1 potrebbe essere una bella giocata, oppure si può provare French Folie, che sul dirt ha già vinto, o Good Girl, senza tralasciare Rosetta O’Hara e Long Island.

Nel Premio Mario Botti i protagonisti dovranno affrontare la distanza inedita dei 2700 metri. Goldfinger ha vinto di recente e potrebbe ripetersi però deve dimostrare di fare tanta distanza, ecco perché gli preferiamo Red Painter, rivisto pimpante di recente e attrezzato per lunghi metraggi. Da 2 e 1/2 in su andiamo con lui senza escludere gli altri, in particolare Rocolett e Cara Zeudi, quest’ultima sicuramente dotata di tanta stamina.

Prova molto aperta il Premio Carlo Panici, handicap sul chilometro e mezzo nel quale azzardiamo il nome di Sopran Zaffira, che giochiamo con quota non più bassa di 7/1 visto che guadagna chili a Sopran Manny e a Sos Help, entrambi con forma super e bene in corsa al pari di Ida Chicken e Willy il Coyote.

Chiudono ancora i non professionisti nel Premio Terenzio Manili, handicap di minima ad invito sul chilometro secco. Piace Boba Fett, che ci è andato vicino all’ultima e da 4/1 in su ci speriamo. Cadeau d’Amour ha linee davvero interessanti ma va testato sul tracciato, quindi le minacce più concrete potrebbero venire dalla coppia di scuderia formata da Saky Martino e Aube Boreale.

Jacopo D’Elia in collaborazione con Trotto&Turf