Questione di peso

Goldin: chi scegliere tra Alshalaal e Magic Jazz?

La Varesina pone buon rimedio a coloro i quali non hanno idee per risolvere la serata di martedì: venite all’ippodromo! Tre delle sei corse in programma sono state inserite nel palinsesto dell’Ippica Nazionale per il buon numero di partenti e due di queste segnalate quali II Tris della giornata.

Il motivo più qualitativo è però abbinato al Premio Maria Teresa Sammarini, un Handicap Limitato sulla distanza dei 2100 metri della pista di sabbia che Eugenio Goldin aspettava da tempo per il suo Alshalaal: <L’ultima volta ha stracorso. E’ arrivato fortissimo ma non ha fatto a tempo a riprendere Cashmere Guest perché la distanza dei 1500 per lui è di fatto troppo corta. Con quella corsa nelle gambe il cavallo si presenta prontissimo però affronta una corsa “anomala” nella quale ritrova il suo avversario di tante battaglie Americanism, anche lui maltrattato al peso, ma sopratutto tanti pesini a 50 chili da non sottovalutare. In primis l’altro mio allievo Magic Jazz: è vero che debutta in sabbia ma qualitativamente non vale una differenza di 12 chili ad Alshalaal. Ad esempio la sua penultima prestazione è proprio contro Americanism e gli arriva davanti con un chilo e mezzo in più sotto la sella, questa sera ne ha nove e mezzo in meno! Parlo contro il mio interesse ma secondo me andrebbe rivisto il metodo di assegnazione del peso tra le corse in erba e quello in sabbia… Con l’uno o con l’altro comunque spero di vincerla questa corsa, meglio con Magic Jazz così avrei ancora il peso con Alshalaal per farne un’altra>.

Eugenio Goldin e la moglie Danila Cherio.
In alto foto di gruppo del Team Goldin dopo una vittoria di Alshalaal alle Bettole

Il nostro trainer vercellese presenta un soggetto di spessore anche nel Premio Cacciatore delle Alpi, un handicap riservato agli anziani sulla distanza del miglio che vede in sella i gentlemen e le amazzoni: <Distanza e compagnia per Battle Commence vanno bene, poi mia moglie Danila ci ha già vinto. Ha davvero tanti chili ma se dovesse piovere, come da previsioni, avrebbe la sua chance, se non piovesse un po’ meno perché come tutti i cavalli che patiscono il terreno duro farebbe fatica a distendersi>.

Liliana Pennati in collaborazione con Trotto&Turf