Puledri a confronto

I favoriti di Jacopo D’Elia di mercoledì 20 ottobre

1ª corsa – Criterium Ambrosiano – Criterium Ambrosiano in apertura di convegno. Il secondo posto ottenuto sulla dirittura romana, vicina a due coetanee terminate poi l’altro giorno seconda e terza nel Pandolfi, lancia Shemoon in cima alle preferenze, anche se il chilometro secco prealpino potrebbe risultarle un filo breve. Bluma ha già vinto sulla pista e il recente terzo posto in buon handicap capitolino la segnala in condizione. I Marcialis schierano tre pedine, tra cui Dandy dei Grif, che per esperienza dovrebbe essere l’alfiere, mentre i due ancora maiden Renegade, piaciuto sulla pista, e Marcus Attilius, sono legati da rapporto di scuderia e hanno fatto intendere di poter venire avanti tanto.

5 Shemoon *** 1 Bluma ** 2 Dandy dei Grif ** 4 Renegade * 3 Marcus Attilius *

2ª corsa – Premio Seguro – Si passa in sabbia con un handicap sul doppio chilometro accorciato. Sense of Wonder sta volando nel periodo, ha già vinto sulla superficie e merita il pronostico. Discorso pressoché identico per Secret Mountain, in continua ascesa e senza problemi di terreno e tracciato. Ida Chicken ha goduto di un periodo di riposo, corre bene da fresca e col pesino potrebbe puntare subito al bersaglio pieno. Angry Duffy ha linee comuni che non la escludono affatto. Swooping Eagle, visto in ripresa all’ultima, prova praticamente per la prima volta il dirt (all’esordio era caduto il suo interprete). Non è dispiaciuto Signor Nilson in una prova similare.

3 Sense of Wonder *** 4 Secret Mountain ** 9 Ida Chicken ** 5 Angry Duffy * 6 Swooping Eagle * 8 Signor Nilson *

3ª corsa – Premio Auckland – Reclamare sul doppio chilometro allungato in erba riservata ai puledri. Quelli che hanno già corso hanno fatto vedere poco finora, ragion per cui ci affidiamo alla debuttante Enjoy My Lady, una Smokem Kitten presentata da Alduino Botti che potrebbe subito fare bene. Belted ha da poco cambiato training ed è l’alternativa, poi Sotere, coadiuvata da Sopran Baku, ed infine Sopran Fascion: tutte però devono fare un bel passo in avanti per contare.

2 Enjoy My Lady *** 1 Belted ** 5 Sotere ** 3 Sopran Baku * 4 Sopran Fascion *

4ª corsa – Premio Vighignolo – Si ritorna in sabbia per un handicap sui 1400 metri. Prima o poi si toglierà la qualifica di maiden Punta Ala. L’occasione è propizia, visto che l’alternativa principale resta You’re Serious, con il pesone e il gentleman in sella. Tekedici, con l’appoggio della compagna Chefetnelfos, rientra da un paio di mesi di stop ma se già in buona condizione con il consueto percorso da front runner potrebbe mettere tutti in riga. Rapture e Impatto Letale sono due sorprese non impossibili, più dura per Vibrant Spirit, che deve dare un segnale, e Sopran Zaffira.

4 Punta Ala *** 1 You’re Serious ** 6 Tekedici ** 2 Rapture * 3 Impatto Letale *

5ª corsa – Premio Ocala – Reclamare sul chilometro e mezzo per sole femmine di 2 anni. Raven’s Love e Sopran Echinacea hanno linea comune sul tracciato e rappresentano due basi solide. A queste anteponiamo però Princesse Ginevra, che dopo aver vinto una maiden fiorentina ha tentato sulla dirittura di Roma su metraggio forse breve. Quarta nomination per Incantevole Lady, poi bene per un piazzamento Sorpan Ashley. Infine Yamka, che ricompare da mesi, e Mulan, al debutto.

3 Princesse Ginevra *** 4 Raven’s Love ** 6 Sopran Echinacea ** 1 Incantevole Lady * 5 Sopran Ashley *

6ª corsa – Premio Pietro Brocca – Chiusura con i gentlemen riders e le amazzoni. Polastri è una maiden di lusso nel contesto e, con la sua amazzone in sella, potrebbe centrare il primo sigillo della carriera. Time Sky, soggetto sempre affidabile, è un rivale tosto così come Enfant Prodige, appena rientrato in maniera tranquilla e sicuramente venuto avanti. Anche Daoub e Kelvin Hall sono sempre positivi e puntuali sul tracciato ed aspirano almeno a un piazzamento.

3 Polastri *** 4 Time Sky ** 1 Enfant Prodige ** 2 Daoub * 6 Kelvin Hall *

Jacopo D’Elia in collaborazione con Trotto&Turf