Piatto ricco

Belle corse e TQQ a Varese: l’analisi di Jacopo D’Elia

Penultimo appuntamento all’ippodromo Le Bettole di Varese prima della sosta che porterà alla riunione estiva. Il convegno di questo mercoledì si presenta ricco di partenti, il clou in chiusura, intorno alle 15.45, con il ritorno della Tris-Quarté-Quinté.

Si tratta del Premio Cerreto, quinta corsa a programma, un handicap avvincente sulla distanza dei 1400 metri che vedrà alle gabbie di partenza ben 13 specialisti della sabbia. Potrebbe sembrare a prima vista una sorta di “remake” della TQQ disputata a inizio mese sul tracciato: si rinnoverà la sfida tra Zoben, il “campione uscente”, e Bridge Dino, che lo ha seguito da vicino, con l’aggiunta di Macho Wind, Tekedici e Sopran Manny, terminati a qualche lunghezza al terzo, quarto e quinto posto. Le linee e la forma sono dalla loro parte ma noi andiamo controcorrente e nominiamo in cima alle preferenze la novità Trevithick, l’importato di Bruno Bertoldo allenato da Giorgia Lamberti che, dopo aver vinto una condizionata in GR, tenta il bersaglio grosso nella sua prima apparizione tra fantini, in una corsa peraltro con montepremi quasi raddoppiato per il primo arrivato. L’ex inglese ha mostrato di gradire il tracciato, è brillante e potrebbe anche sfilare al comando o gestire la situazione alle spalle di qualche altro front runner. Un avversario insidiosissimo resta il top weight Piz Bernina, un performer assoluto del dirt che a 9 anni ha ancora il piglio del cavallo che può mettere tutti d’accordo con il suo finale, anche in un contesto decisamente impegnativo come quello che dovrà affrontare. Non dimentichiamo Sos Help, a parte l’ultima sortita ha un curriculum ineccepibile sul circuito prealpino, e nemmeno Salsapoppy, al rientro da due mesi dopo una valida prestazione romana e sempre positivo sul tracciato. Ricapitolando ecco la nostra Quinté: 3 come base poi 1-2-5-9-10-11.

Ad aprire il convegno intorno alle 13.15 ci saranno i gentlemen riders e le amazzoni nel Premio Welnor, una reclamare sul chilometro e mezzo nella quale il declassato Seasonal Missile potrebbe tornare al successo nonostante il periodo di forma non certo al top. Se Sopran Zaffira riuscisse a gestire dal comando potrebbe fare bene, così come Like Nowhere Else ed Inaspect, che hanno linea comune.

Si prosegue con il Premio Red Arrow, seconda del convegno alle 13.45, un bell‘handicap riservato ai 3 anni sulla distanza del doppio chilometro accorciato. Sister Night, Avalest, Jasmine Sakee e La Vigna hanno linee comuni discrete sul tracciato, con quest’ultima che ha vinto a reclamare e potrebbe bissare in handicap.

La terza corsa del pomeriggio, in programma alle 14.15, è la tradizionale volata sui 1000 metri, il Premio Niccolò Dell’Arca, e vedrà impegnati gli anziani. Potrebbe essere arrivato il turno di Some Other Time, protagonista di buoni finali spesso tardivi che sarà coadiuvato dalla compagna di colori ma non di training Pizzo Carbonara. You Better Run proverà a completare la sua hat-trick sul tracciato che lo ha riproposto a buoni livelli. Attenzione ad Invito a Sorpresa e ci aspettiamo un progresso dal veloce Captain Dream.

Prima della TQQ, alle 15.00, il Premio Sirlad, un handicap di minima per anziani sui 1950 metri. Si rivede sulla pista Ida Chicken, recente vincitrice a paletti in una prova simile. Fiducia ancora per lei anche se Rosatello è in credito con la sorte dopo una serie di piazzamenti. Il peso massimo Make Mischief scende di categoria e potrebbe ritrovare la via del successo…

Jacopo D’Elia