Estate 2020 a Le Bettole

Conferenza stampa per la riapertura.

Isabella Bezzera

Martedì mattina, dopo la dichiarazione dei partenti della giornata inaugurale di corse, si è tenuta la tradizionale conferenza stampa indetta dal Presidente della Società Varesina, dott. Guido Borghi, di presentazione alla stagione estiva a Le Bettole. Al suo fianco, oltre al direttore dell’ippodromo Giorgio Tosi e all’organizzatore degli eventi Max Frattini, erano presenti l’architetto Pierangelo Pavesi e Clementina Contini, due esponenti del consiglio di amministrazione, assieme ad Isabella Bezzera, Presidente degli allevatori galoppo, e al vice questore di Varese Leopoldo Testa, parte integrante della Polizia a cavallo presente da anni all’ippodromo.

Borghi ha espresso inizialmente una sostanziale amarezza per la diminuzione del montepremi destinato al circuito prealpino a vantaggio di altri ippodromi, nonostante il bilancio del 2019 sia stato fortemente a freccia in su con numeri convincenti sia sull’aspetto prettamente agonistico sia in termini di presenza e gioco sul campo.

Il patron della Varesina ha elogiato il lavoro svolto dalla società circa gli adempimenti in materia di sicurezza e della sanificazione dell’area dettati dal protocollo sanitario regionale, si tratta degli spazi relativi alle tribune per passare alla pista e finire con l’agenzia scommesse. Sempre in riferimento al protocollo sanitario gli accessi all’impianto sportivo quest’anno saranno contingentati ad un numero massimo di mille visitatori con l’aggiunta degli addetti ai lavori. Purtroppo risulta negato lo svolgimento delle consuete attività complementari, delle manifestazioni culturali e mondane che ogni stagione affiancano e colorano le serate sportive.

Dal punto di vista tecnico il Criterium Varesino ha conservato lo status di Listed Race e la kermesse estiva culminerà con il Gran Premio Città di Varese in programma sabato 29 agosto.

Jacopo D’Elia in collaborazione con Trotto&Turf

Da sinistra Clementina Contini, Pierangelo Pavesi, Guido Borghi e Leopoldo Testa.