Bridge Dino voce comune

Il grigio della Toccolini in testa alle preferenze

Quando un buon montepremi chiama, gli anziani qualitativi rispondono: ed ecco pronto l’handicap sui 1500 metri da abbinare al Quinté nazionale.

Giorgia Lamberti porta a Varese il pupillo di scuderia Trevithick: <Corse benissimo a Milano, quando arrivò secondo nel Premio Fiume, la volta dopo trovò un terreno pesantissimo. I due impegni erano piuttosto ravvicinati ho deciso dunque di lasciarlo un po’ tranquillo e ora, a distanza di un mese, sta benissimo. Lo porto a Varese con fiducia, il numero di gabbia esterno a Denaar penso sia un vantaggio, per andargli presto addosso. La distanza è la sua, il peso lo porta spesso ma ci sono anche gli avversari, vedi Bridge Dino, Denaar, Archibar e Value, specie se ripetesse l’ultima prestazione. Trevithick però mi piace parecchio>.

Chiediamo ad Emilio Premoli delucidazioni circa l’ultima di Denaar: <A Pisa è venuta male, speravamo che qualcuno si presentasse per prendere la testa invece abbiamo dovuto farcela davanti noi: a quei livelli è dura. Il contesto odierno è inferiore e, sebbene abbia calcato la sabbia una sola volta, sono fiducioso. Farà partenza tanto quanto basta per rimanere tra i primi 4-5 poi ce la giocheremo contro Bridge Dino, Trevithick, Love Kisses e Archibar>.

Love Kisses è una bella incognita, chiediamo numi a Maurizio Manili: <Ha corso sulla sabbia solo due volte, la prima in gentlemen ma non fa testo, nell’altra arrivò secondo dietro a un cavallo di qualità dei Botti su di una superficie molto scorrevole per il freddo invernale, la stessa che troverà mercoledì. Sinceramente avevo pensato ad un altro programma per lui poi ho visto i pesi e mi sono ingolosito. Penso che abbia chance e sono fiducioso anche per la monta perché con Love Kisses bisogna usare più braccia che testa e Dario Di Tocco le usa. Bridge Dino può portare quel peso e sarà un avversario da battere al pari di Ziveri, Value, sorpresa Cima Sound>.

Natalino Urracci è sempre affidabile nelle TQQ: <In questo periodo a Milano abbiamo lavorato poco per via delle piste ghiacciate ma Ziveri è in palla, ha corso un paio di settimane fa. Nicola Pinna lo ha già montato e sa che il 5 di gabbia è perfetto per rimanere nella scia dei primi e aspettare gli eventi. In linea di massima mi sembra una corsa per pesi alti, in particolare Bridge Dino, che ci ha battuti l’ultima volta e nonostante Ziveri lo attaccasse ha sempre reagito, Love Kisses è stato trattato bene al peso, Denaar sarebbe pericoloso se andasse davanti, e Archibar perché Goldin ha una percentuale altissima a Varese quest’anno. Ziveri non si può escludere>.

Liliana Pennati in collaborazione con Trotto&Turf