Aspettando il Gran Premio

Jacopo D’Elia analizza la serata del 20 luglio

Dopo la pausa di Ferragosto si torna in pista a Varese con la classica riunione del sabato, in attesa dell’evento clou del Gran Premio Città di Varese.

La prova di maggior dotazione della serata è il tradizionale Premio Ancilla e Disma Ferrario. Le reduci del “La Novella”, Lucirex e Porta Venezia, conservano evidente chance, con la prima che ha trovato in quell’occasione traffico sul percorso ed eleggiamo base della corsa con quota che non deve scendere sotto i 3/1. Papaghena è la campionessa in carica del “Borghi”, in forma super e feeling particolare con il tracciato varesino. Il peso in sella si fa sentire ma la forma potrebbe sopperire alla resa di chili.

In apertura, tra i puri, ci affidiamo ancora a Sorry Too Late, lanciato verso il tris a seguire sull’anello prealpino. Da 2/1 in su potrebbe essere la giusta scommessa di partenza, anche se Curandero e Cima Sound non staranno certo a guardare.

Tra i velocisti, sul dirt, Sparkly Gomez proverà a togliersi la qualifica di maiden ma se la dovrà vedere ancora una volta contro il volante Soffio al Cuore.

Nella reclamare per puledri siamo per Sopran Polluce, perché ha frequentato categorie migliori e accorcia la distanza, ma You Genius si sposta dalla toscana e ha fatto capire di saperci fare sul tema della velocità (entrambi, come del resto gli altri giovanissimi, sono alla prima esperienza sulla sabbia).

Infine, nel test per soli 3 anni, tutto porta dalla parte di Damnatio Memoriae, quota intorno al 2/1. In sabbia dà il meglio e vuole prendersi la rivincita dopo essere stato beffato nei pressi del palo nella penultima sortita in un contesto pressoché identico.

Il dettaglio delle corse

1ª corsa – Premio Agriturismo Nicolini Rosanna – handicap ad invito per cavalli di 3 anni e oltre sui 1500 metri della pista erba.

L’analisi: Il cresciuto Sorry Too Late va per la tripletta a seguire sul tracciato. I rivali Curandero e Cima Sound guadagnano parecchi chili in perizia ma la forma al diapason del top weight potrebbe ancora fare la differenza. Nathan Mistery e Sopran Platone le sorprese.

Favoriti: 1 – 4 – 3

2ª corsa – Premio Ancilla e Disma Ferrario – handicap per sole femmine di 3 anni e oltre sui 1600 metri della pista erba.

L’analisi: Lucirex non è stata affatto fortunata nel La Novella e nel contesto merita la nomination. Su linea milanese Moorland Spirit avrebbe la sua bella chance ma sull’anello prealpino non ha mai reso al meglio. Tracciato invece perfetto per le caratteristiche di Papaghena, la recente vincitrice del Borghi che, nonostante il peso, merita la fiducia. Porta Venezia non aveva demeritato e vale il podio così come la progredita Amola, a segno all’ultima dopo recupero pregevole.

Favoriti: 3 – 2 – 6 – 4 – 1

3ª corsa – Premio Parco Mantegazza – handicap di minima per cavalli di 3 anni e oltre sui 1000 metri della pista sabbia.

L’analisi: Sparkly Gomez è ancora alla caccia della prima affermazione in carriera e questa potrebbe essere l’occasione giusta visto il campo ridotto. Rivale principale Soffio al Cuore, nel periodo sta sbagliando poco o nulla. Sopran Chris e Some Other Time accampano pretese di piazzamento, un filo dietro Aspromonte, che rientra e sul dirt non è mai stato troppo incisivo.

Favoriti: 2 – 1 – 3

4ª corsa – Premio Villa Toeplitz – reclamare per cavalli di 2 anni sui 1000 metri della pista sabbia.

L’analisi: sono tutti alla prima esperienza sul dirt. La carta parla a favore di Sopran Polluce, per due volte terza in maiden, ma accorcia i metri. You Genius ha vinto una prova similare a Livorno ed è un rivale possibile, così come Dolce Claudia già a segno sul tracciato in erba. Devil e Nire le sorprese, mentre Sopran Papavera debutta.

Favoriti: 5 – 6 – 2

5ª corsa – Premio Palazzo Estense – handicap per cavalli di 3 anni e oltre sui 2300 metri della pista erba.

L’analisi: Swooping Eagle scende di categoria e sull’erba ha sempre fatto bene. Gli avversari non mancano, anzi son tutti bene in corsa ad iniziare da Send to the Devil che si trascina Charlie Max, essendo finiti nell’ordine alle spalle dei primi all’ultima sortita. Sheratan e Forever Dream non si sono comportate male di recente e sperano almeno in un piazzamento.

Favoriti: 1 – 3 – 5 – 4

6ª corsa – Premio Villa Mirabello – handicap per soli 3 anni sui 1400 metri della pista sabbia.

L’analisi: sul dirt varesino Damnatio Memoriae non ha mai deluso e sulla scorta del penultimo ingaggio merita il ruolo di favorito. Lizzy the Best e Cartomante hanno dimostrato attitudine al percorso e sono le prime alternative. Danzaclassica, fuori quadro di recente su distanza maggiore, merita una prova d’appello. Un filo dietro gli altri con Hallo Black e il pesino Low Risk come sorprese.

Favoriti: 3 – 2 – 4 – 1

Jacopo D’Elia in collaborazione con Trotto&Turf