A tutto Ermolli

HP sul miglio per gli anziani a Varese

Turno infrasettimanale di corse a Varese che fa riferimento all’Handicap Principale Guido Ermolli, gli anziani di scena sulla distanza del miglio.

Marco Gasparini

Marco Gasparini è il vincitore dell’edizione 2019 di questo HP con Trump’s Magic e lo ripresenta quest’anno con peso da sparo e condizione in crescita: <In pista grande ho dovuto allungargli la distanza perché a Milano sul miglio escono sempre corse tattiche mentre a Roma troppo veloci. Per lui ora l’ideale sarebbero i 1800 metri ma a Varese i 1600 gli calzano giusti giusti, infatti l’anno scorso vinse l’Ermolli proprio a fil di palo. Con l’1 di steccato rischiamo di rimanere chiusi però la presenza di Baffonero dovrebbe garantire andatura sollecita: un po’ di fortuna ci vuole comunque! Spero solo nel terreno più morbido rispetto alla scorsa settimana. Quanto agli avversari temo in particolar modo Denaar perché a Milano era molto chiacchierato e giocato ma ha un po’ deluso. Di certo la sua condizione è ulteriormente limata e ha buon peso ma io ho parecchia fiducia nel mio Trump’s Magic sulla scorta della sua ultima prestazione>.

Diego Dettori

Diego Dettori invece siglò un HP sul miglio simile a questo l’anno scorso, il Giovanni Borghi, con la coppia Sun Devil-Baffonero e quest’anno dirotta sull’Ermolli Such a Fool e ancora Baffonero: <Such a Fool è in forma ma ha nove anni ed è ampiamente fuori categoria. L’ho dato partente per dimostrare all’handicapper che in una corsa simile non può avere un chilo e mezzo più di Baffonero e spero che si ravveda: di fatto ha vinto solo una reclamare a Milano. Punto tutto su Baffonero, sta davvero bene. Ha l’ultimo numero di steccato ma potrebbe rivelarsi un vantaggio visto che al suo interno ci sono un paio di soggetti che arrivano dalla pista dritta. Proverà ad andare davanti ma non è obbligatorio, la pista di Varese gli piace e dunque potrebbe allungare la lista di prestazioni positive. Gli avversari diretti mi sembrano Denaar, di un team in forma, e Alshalaal, perché nonostante il peso importante si esalta sul tracciato. Personalmente mi piacerebbe ripetere il risultato del Borghi scorso…>.

Raffaele Biondi

Queste due interviste rimandano al Team Biondi per saperne di Denaar e noi chiamiamo papà Raffaele: <A me non è dispiaciuto a Milano, è arrivato terzo attaccato ai primi due. Non penso avrà problemi a Varese, ci ha corso una sola volta senza piazzarsi ma si trattò di una corsa diversa; in altre circostanze, in pista piccola, si è comportato bene. Con l’adeguamento di due chili e mezzo per tutti siamo arrivati a 54 e mi sembra un buon peso, come al solito agirà sui primi e siccome penso che ci sarà parecchia andatura potrebbe trovare svolgimento a favore. Denaar sta molto bene e ho tanta fiducia in lui >.

Liliana Pennati in collaborazione con Trotto&Turf

Primo piano di Denaar sul traguardo di San Siro.